Il laboratorio di Diagnostica delle Costruzioni fornisce supporto alle attività di ricerca, didattica e consulenza volte alla conoscenza del patrimonio costruito, architettonico, urbano, archeologico, infrastrutturale, con l’obiettivo di progettare la strategia di intervento per garantirne la conservazione e la sicurezza in condizioni statiche e sismiche. Per perseguire questo obiettivo le tre discipline che confluiscono nel laboratorio interagiscono in modo sinergico per l’acquisizione di diversificati dati analitici relativi alla natura geometrico-metrica, morfologica, materica e di caratterizzazione strutturale dei manufatti. Il laboratorio di Diagnostica delle Costruzioni è organizzato in tre sezioni: Rilievo, Restauro, Ingegneria Strutturale.

La sezione Rilievo, attraverso l’utilizzo di moderne strumentazioni di rilevamento tridimensionale range-based (laser scanner) e image-based (fotogrammetria digitale) offre competenze strategiche finalizzate allo studio geometrico-metrico-dimensionale attivando azioni di conoscenza basate sull’acquisizione, elaborazione, analisi e restituzione digitale dei dati a diverse scale di dettaglio.

La sezione Restauro offre competenze rivolte alla comprensione dell’edilizia storica, con particolare riguardo alle tecniche costruttive ed alle patologie di degrado, indispensabili per affrontare in forma organica i problemi della conservazione e del restauro per il raggiungimento di obiettivi di tutela e valorizzazione dei beni culturali.

La sezione Ingegneria Strutturale sviluppa le attività di analisi sperimentale ed elaborazione numerica necessarie per la comprensione e previsione del comportamento meccanico delle costruzioni, producendo conoscenza utile per la valutazione della vulnerabilità sismica e della progettazione degli interventi, anche in ottemperanza con la normativa nazionale ed europea.

ATTREZZATURE RILIEVO

- Laser Scanner Leica HDS7000 e Leica BLK360
- Distanziometri laser Leica X310
- Telemetro telescopico da 5m
- Fotocamere Nikon D300 e Nikon D700

ATTREZZATURE PROVE STRUTTURALI e MONITORAGGIO

- Strumentazione per prove di spinta e prove di carico (martinetti idraulici capacità 5000 kN con pompa ad alta pressione, celle di carico capacità 5000 kN)
- Strumentazione per monitoraggio strutturale (accelerometri sismici ad alta e altissima sensibilità, trasduttori di spostamento, estensimetri, inclinometri ad alta precisione, sensori digitali temperatura e umidità, centraline acquisizione dati ad alta risoluzione, software acquisizione dati ed elaborazione risultati)
- Strumentazione per monitoraggio strutturale senza contatto per immagini (telecamera industriale ad alta frequenza e risoluzione con relative lenti intercambiabili, software acquisizione ed elaborazione immagini) 
- Strumentazione per prove su strutture in muratura (prove con martinetti piatti e prove endoscopiche)
- Strumentazione per prove su strutture in calcestruzzo armato (prove sclerometriche, pacometriche e ultrasoniche) 
- Software per simulazioni numeriche e sistemi harware con workstations multiprocessore

ESEMPI DI APPLICAZIONI RECENTI

- Prove di spinta edifici in muratura: https://youtu.be/wMb7H-SLdCQ
- Prove di spinta edificio isolato alla base: https://youtu.be/Ou95s6_Jcws
- Analisi della Rocca Roveresca di Senigallia (AN): https://doi.org/10.1016/j.culher.2018.07.004

RESPONSABILE SCIENTIFICO

Prof. Ing. Alessandro Zona

REFERENTI

Prof. Arch. Alessandra Meschini - sezione Rilievo
Prof. Arch. Enrica Petrucci - sezione Restauro
Prof. Ing. Alessandro Zona - sezione Ingegneria Strutturale

CONTATTI

Telefono: 0737/404258
Email: diagnostic.saad@unicam.it