Charles Fréger "Wilder Mann and the Others"

22 Maggio ore 15.30 1CFU
Charles Fréger "Wilder Mann and the Others"
Università Roma Tre - msteams platform http://xkp.it/short.php?l=8

Mythology of every region of the world is full of countless monsters that evoke the 'supernatural' encounter between the human and the wild: Sphinxes, Centaurs, Fauni, Gargoyles, and Spider-Man are just some of them. They usually inhabit legends, comics, or science fiction. Yet since 2010 Charles Fréger has been portraying masked figures wearing animal skins, plants, bones, and horns, across almost twenty European countries. They break the line between humans and non-humans and recover an empathetic but disturbing relation with nature. Their clothes are other than what urbanity has been using to cover its collective body and to stand out from the rest of the living world. Whether frightening or grotesque, they question words and ideas such as other, wild, modern, primal, exoticism, universal, global, ritual, tradition, normal, control, freedom.

La mitologia di ogni regione del mondo è piena di innumerevoli mostri che evocano l'incontro "soprannaturale" tra l'essere umano e il selvaggio: Sfingi, Centauri, Fauni, Doccioni e Spider-Man sono solo alcuni di essi. Di solito abitano leggende, fumetti o fantascienza. Eppure dal 2010 Charles Fréger interpreta figure mascherate che indossano pelli di animali, piante, ossa e corna, in quasi venti paesi europei. Rompono il confine tra umani e non umani e recuperano una relazione empatica ma inquietante con la natura. I loro vestiti sono diversi da quello che l'urbanità ha usato per coprire il suo corpo collettivo e per distinguersi dal resto del mondo vivente. Che siano spaventosi o grotteschi, mettono in discussione parole e idee come altre, selvagge, moderne, primordiali, esotiche, universali, globali, rituali, tradizione, normali, controllo, libertà.

(la piattaforma non è gestita dalla Scuola di Architettura e Design)
n. 1 cfu libero alla presentazione di una relazione finale scritta tra le 2000/4000 battute. 
per i CFU liberi mandare relazione a barbara.novelli@unicam.it mettere in oggetto #CFU allegare relazione numero minimo di battute 2000 e massimo 4000 e far riferimento anche con un link alla pagina dell'evento sul sito della Scuola

 

Condividi