Il laboratorio di Diagnostica delle Costruzioni (Rilievo, Restauro ed Ingegneria Strutturale) fornisce supporto alle attività di ricerca, didattica e consulenza volte alla conoscenza di manufatti, edifici, ponti, infrastrutture, beni culturali architettonici e archeologici, per verificarne la sicurezza in condizioni statiche e sismiche. Il laboratorio fornisce altresì supporto alla progettazione e realizzazione di nuove costruzioni e di interventi di ricostruzione e conservazione, nonché al monitoraggio strutturale temporaneo o permanente. Le competenze di Ingegneria Strutturale, Restauro e Rilievo che confluiscono nel laboratorio interagiscono in modo sinergico per l’acquisizione di diversificati dati analitici relativi alla natura geometrico-metrica, morfologica, materica e di caratterizzazione meccanica.

Il laboratorio svolge le funzioni di Laboratorio Ufficiale Prove Materiali e Strutture ai sensi della Legge 1086/1971.

ESEMPI DI APPLICAZIONI RECENTI
- Prove di spinta edifici in muratura a scala reale (video): https://youtu.be/wMb7H-SLdCQ
- Prove di spinta edificio isolato alla base (video): https://youtu.be/Ou95s6_Jcws
- Prove di spinta edificio isolato alla base (articolo): https://doi.org/10.1016/j.engstruct.2022.114971
- Rilievo e Analisi della Rocca Roveresca di Senigallia (articolo): https://doi.org/10.1016/j.culher.2018.07.004
- Rilievo per la messa in sicurezza della Chiesa di Santa Maria in Via a Camerino (convegno): http://hdl.handle.net/11581/404092

STRUMENTAZIONE
- Martinetti a doppio effetto per prove di spinta e prove di carico (capacità 10'000 kN);
- Celle di carico per misura di forze (capacità 10'000 kN);
- Pressa elettroidraulica per prove di compressione a controllo di forza e spostamento (capacità 3000 kN);
- Macchina elettroidraulica per prove di trazione a controllo di forza e spostamento (capacità 500 kN);
- Macchina universale elettromeccanica per prove di compressione, trazione e flessione a controllo di forza e spostamento (capacità 250 kN);
- Telaio di contrasto per prove di flessione su travetti e piastre (capacità 350 kN);
- Macchina per prove di piegatura barre;
- Cella di carico per taratura strumentazione a compressione (capacità 3000 kN);
- Cella di carico per taratura strumentazione a trazione e compressione (capacità 500 kN);
- Carotatrice per calcestruzzo;
- Macchina semiautomatica per rettifica provini cubici e cilindrici;
- Vasca stagionatura provini in calcestruzzo;
- Strumentazione per prove non distruttive su strutture in calcestruzzo armato (prove sclerometriche, pacometriche e ultrasoniche);
- Strumentazione per prove di permeabilità nel calcestruzzo;
- Strumentazione per prove su strutture in muratura (prove con martinetti piatti e prove endoscopiche);
- Termocamera ad alta sensibilità;
- Strumentazione per monitoraggio strutturale (accelerometri sismici, trasduttori di spostamento, estensimetri, inclinometri, sensori temperatura e umidità, centraline acquisizione dati, software acquisizione dati ed elaborazione risultati);
- Strumentazione per monitoraggio strutturale senza contatto per immagini (telecamere ad alta frequenza e risoluzione, software acquisizione ed elaborazione immagini)
- Software per simulazioni numeriche e sistemi hardware con workstation multiprocessore;
- Laser Scanner per rilevamenti strumentali range-based;
- Attrezzature per rilevamenti image-based fotogrammetrici e panottici;
- Distanziometri laser;
- Telemetri telescopici (5 m).

DIRETTORE e RESPONSABILE SCIENTIFICO
Prof. Ing. Alessandro Zona

REFERENTE RESTAURO
Prof. Arch. Enrica Petrucci

CONTATTI
Telefono: 0737/404258
Email: diagnostic.saad@unicam.it