Regolamento per l'acquisizione dei crediti per le attività formative libere

(approvato nel CdS n. 18 del 14.12.2011)
1.GENERALITÀ
Le attività formative libere, ovvero scelte autonomamente dallo studente purché coerenti con il
progetto formativo (DM 270/04, art. 10, comma 5, lett. a), sono da intendersi come un’opportunità di
approfondimento, completamento e personalizzazione del percorso formativo. Lo svolgimento di tali
attività deve comunque contribuire al raggiungimento dei risultati generali di apprendimento. Lo
studente avrà a disposizione il numero di crediti stabilito dal proprio piano di studio e l’acquisizione
potrà avvenire in qualunque momento del percorso formativo.
A) Le attività formative libere sono riconosciute in crediti formativi dalla Commissione per la
valutazione dei crediti liberi, di seguito chiamata solo Commissione, nominata annualmente dal
Consiglio di Scuola per ogni corso di laurea e laurea magistrale.
B) L’Ufficio di Segreteria didattica ( giuseppe.ferretti@unicam.it ), preposto alla cura e gestione degli
atti, è presso la sede della Scuola di Architettura e Design, Complesso dell’Annunziata, Viale della
Rimembranza, 63100 Ascoli Piceno. Per informazioni è possibile rivolgersi al manager didattico
dott. ssa Maria Rita Traini ( mariarita.traini@unicam.it )

2. DEFINIZIONI GENERALI
Le attività formative libere si distinguono in attività formative “strutturate” e “non strutturate”.
A) Attività strutturate: sono gli insegnamenti extracurriculari (attivati presso la Scuola di Architettura
e Design, o altre Scuole dell’Ateneo o di altri Atenei nazionali o stranieri), i Corsi, i Seminari, i
Workshop organizzati da o con la collaborazione di Istituti e Dipartimenti Universitari o Enti di
Ricerca
B) Attività non strutturate: sono i viaggi di studio, i concorsi, le visite a musei, mostre, fiere
specializzate, e partecipazione a conferenze.

3. PARAMETRI PER LA VALUTAZIONE E IL RICONOSCIMENTO DEI CREDITI
Vengono di seguito elencate le tipologie di attività con la relativa valutazione dei crediti
corrispondenti, ferma restando la possibilità di valutazioni specifiche da parte della Commissione.
1. Attività strutturate
a) Corso o insegnamento extracurriculare afferente a Corsi di laurea attivati presso l’Ateneo di
Camerino
La Commissione riconosce il numero di cfu corrispondente al corso o all’insegnamento stabilito
dal Regolamento del Corso di Studio.
b) Corso o insegnamento extracurriculare afferente a Corsi di laurea attivati presso altri Atenei
nazionali
La Commissione riconosce il numero di cfu corrispondente al corso o all’insegnamento stabilito
dal Regolamento del Corso di Studio.
c) Corso o insegnamento extracurriculare attivato presso Università straniere
La Commissione riconosce il numero di cfu corrispondente al corso o all’insegnamento stabilito
dal Regolamento del Corso di Studio (o sistema equivalente calcolato in ore/10) incrementato del
25% e arrotondato all’unità superiore sino ad un massimo di 8 cfu per ogni singolo corso.
d) Seminario, e/o Workshop e/ o Convegno organizzato dalla Scuola, dall’Ateneo o da Dipartimenti,
Scuole e/o Facoltà di altri Atenei nazionali
La Commissione riconosce n. 1 cfu per giornata, sino ad un massimo di 6 cfu per ogni singolo
evento.
e) Seminario, e/o i Workshop e/ o Convegno organizzato all’estero da Università straniere
La Commissione riconosce n. 2 cfu per giornata (esclusi i giorni di viaggio), sino ad un massimo
di 8 cfu per ogni singolo evento.
2. Attività non strutturate
a) Viaggi di studio dell’architettura o del design in Italia e/o all’estero sviluppati in forma
organizzata.
Il viaggio di studio deve essere proposto alla Commissione, prima del suo svolgimento,
contestualmente alla presentazione di un dettagliato programma in cui siano anche esplicitati la
durata e il periodo di svolgimento. Hanno titolo a presentare proposte in tal senso docenti (di ruolo
e non di ruolo) della Scuola di Architettura e Design e/o gruppi di studenti opportunamente
identificati. La Commissione, qualora sia stata valutata positivamente la proposta e verificato
l’avvenuto viaggio e la partecipazione dello studente, riconosce n. 0.5 cfu per giornata (esclusi i
giorni di viaggio), arrotondati all’unità, sino ad un massimo di 6 cfu per ogni viaggio. Nel caso di
viaggio in un paese estero, la Commissione riconosce n. 1 cfu per giornata (esclusi i giorni di
viaggio), sino ad un massimo di 8 cfu per ogni viaggio.
b) Partecipazione a concorsi di disegno, progettazione o simili, nazionali ed internazionali
La Commissione, in base alla copia del bando allegata, dell’avvenuta iscrizione e dell’abstract del
lavoro svolto, riconosce n. 2 cfu per la sola partecipazione e n. 4 cfu per la partecipazione con
selezione o premio. Nel caso di concorso bandito da ente non italiano la Commissione riconosce n.
3 cfu per la partecipazione e n. 6 cfu per la partecipazione con la selezione o premio. Non sono
riconoscibili partecipazioni a concorsi i cui materiali coincidono con quelli prodotti nei Laboratori
e/o corsi curriculari
c) Visite a musei, mostre, fiere specializzate e partecipazione a conferenze
La Commissione riconosce n. 1 cfu se in Italia, n. 2 cfu se all’estero. Non sono riconoscibili
qualora trattasi di iniziative promosse nell’ambito dei programmi dei Laboratori e/o corsi
curriculari.
d) Crediti formativi in esubero
La Commissione può valutare ed eventualmente riconoscere eventuali crediti già conteggiati
purché in esubero rispetto a quelli necessari per il conseguimento di altre Lauree con gli stessi
criteri sopra esposti. In ogni caso possono essere inseriti in carriera solo i crediti previsti nel piano
di studi e necessari al conseguimento del titolo.
e) Altre attività
Ulteriori attività formative quali attività particolari di tirocinio svolte presso la Scuola o altre
strutture di rilevanza scientifica, corsi di lingua, utilizzo di software specifici, ecc. saranno valutate
di volta in volta dalla Commissione in base a diversi parametri, tra i quali la durata, il tipo di
attività svolta, l'affinità con il Corso di Studio, subordinatamente al rilascio di un attestato di
frequenza o di una qualifica professionale.
f) Stage e/o tirocinio aggiuntivo
Lo svolgimento di un periodo aggiuntivo delle attività di stage o tirocinio, oltre quello strettamente
necessario previsto nel Piano di studio, può essere valutato positivamente dalla Commissione e
riconosciuto in crediti formativi liberi. Il numero dei cfu è quantificato dalla Commissione caso
per caso in base alla durata del periodo aggiuntivo svolto e alla specificità del progetto formativo.

4. PROCEDURA E TEMPISTICA PER IL RICONOSCIMENTO
1. Attività formative strutturate
   − Nei casi previsti al punto 3.1. a) i crediti formativi sono acquisiti con il superamento
    della verifica finale di profitto e assegnati alla carriera dello studente mediante
   verbalizzazione on line (o cartacea);
  − Nei casi previsti al punto 3.1. b), c) lo studente dovrà presentare apposita
    documentazione rilasciata dalla Università o ente di ricerca italiano o straniero da cui sia
    possibile evincere il superamento della verifica finale di profitto, il numero dei crediti o
   delle corrispondenti ore (all. 1);
  − Nei casi previsti al punto 3.1. d), e) lo studente dovrà presentare apposita
    documentazione rilasciata dalla Università o ente di ricerca italiano o straniero o
    responsabile scientifico dell’evento, che attesti la partecipazione all’evento e la durata
       dello stesso (all. 1).
2. Attività formative non strutturate
   − Nei casi previsti al punto 3.2. a) il docente, o il referente degli studenti, responsabile
    dell’attività trasmetterà alla Commissione il programma del viaggio di studio, l’elenco
         degli studenti partecipanti con l’indicazione delle generalità comprensive del numero di
           matricola e del Corso di studio di iscrizione.
          − Nei casi previsti al punto 3.2. b) lo studente dovrà presentare un’apposita domanda (all.
              2) allegando il bando di concorso, un documento che comprovi la propria partecipazione
             e il ruolo svolto, l’abstract del lavoro e gli eventuali riconoscimenti ottenuti (selezione,
              segnalazione o premio)
             − Nei casi previsti al punto 3.2. c), occorre la dichiarazione di un docente che lo studente
              abbia effettuato la visita, accompagnata dal titolo di ingresso o altro documento che ne
             attesti la data (all. 2);
            − In tutti gli altri casi previsti al punto 3.articolo 2, lo studente dovrà presentare
              un’apposita domanda (all. 2) allegando tutti i documenti utili ai fini del riconoscimento e
               della valutazione: certificato dei crediti in esubero; relazione sull’attività di tirocinio
                 svolta; attestati; ecc).
3. La documentazione richiesta andrà consegnata presso la Segreteria didattica della Scuola di
Architettura e Design preposta alla cura formale degli atti, nei giorni e negli orari da questa
indicati, almeno 30 giorni prima dell’inizio di ogni sessione di esami ordinaria e straordinaria.
La Commissione provvederà ad assegnare i cfu corrispondenti e a trasmettere all’Ufficio di
Segreteria Studenti il relativo verbale per la registrazione in carriera.

5. DISPOSIZIONI FINALI
Il Presente Regolamento è approvato dal Consiglio di Scuola n. 18 del 14/12/2011 ed entrerà in
vigore a partire dall’Anno Accademico 2012-2013, sostituendo il precedente Regolamento
approvato dal CdF n. 138 del 18.7.2007 e successive modifiche.