COAST2COAST

HOST THE FUTURE
a new destiny for arquata del tronto
 
WORKSHOP INTERNAZIONALE DI PROGETTAZIONE
 
COAST2COAST 14
ARCHITECTURE STUDENTS FROM: California State University International Program Florence, Scuola di Ateneo Architettura e Design di Ascoli Piceno - University of Camerino, Dipartimento di Architettura di Pescara - Università Chieti-Pescara  | PROFESSORS: Marco Brizzi, Sara Cipolletti, Luigi Coccia, Matteo Di Venosa, Alessandro Gabbianelli, Paola Giaconia, Cristiano Toraldo di Francia | TUTORS: Djana Bukvic, Marta Ortolani, Alessia Guaiani, Giuseppe Paolucci
 
SCIENTIFIC COMMITTEE: Luigi Coccia, Cristiano Toraldo di Francia
[coast2coast@unicam.it]
 
L’accesso al workshop è aperto ad un numero selezionato di studenti iscritti alla School of Architecture of California State University, alla Scuola di Ateneo di Architettura e Design dell’Università di Camerino e al Dipartimento di Architettura di Pescara dell'Università Chieti-Pescara.  Gli studenti della SAAD di Ascoli Piceno e del DdA di Pescara interessati a partecipare dovranno inviare entro il 30/04/2018 un portfolio composto da 5 pagine A3 all’indirizzo: coast2coast@unicam.it.
Una commissione valuterà i portfolio pervenuti e pubblicherà gli esiti sui siti istituzionali SAAD e DdA. Il workshop si svolgerà ad Ascoli Piceno nella sede dell'Annunziata dal 14 al 18 maggio 2018. (Il workshop dà diritto a 4 crediti liberi)
SUPPORT
MAPPE - www.mappelab.it
Image - www.image-web.org
The Architecture Player - www.architectureplayer.com
 
I recenti eventi sismici hanno investito l'area appenninica del Centro Italia, un territorio di elevata qualità ambientale in cui l'antropizzazione è espressa da piccoli insediamenti di antica formazione collocati in posizioni strategiche. A differenza dell'ambito costiero, l'area appenninica non ha subito grandi trasformazioni e ha custodito i propri caratteri identitari, associati alla costituzione di nuclei urbani generalmente risalenti all'età medioevale e in alcuni casi all'età romana. Il terremoto ha devastato questo territorio cancellando interi borghi o rendendo inagibili parti consistenti del patrimonio edilizio.
La ricostruzione dovrà agire all'interno di una visione strategica che punti innanzitutto al rilancio economico delle aree investite dal sisma. Facendo leva sulle risorse ambientali e investendo sul recupero delle risorse culturali questi territori potranno rafforzare la loro vocazione turistica compatibile con le pratiche abitative delle popolazioni residenti. Il workshop focalizzerà l'attenzione sul tema dello spazio ricettivo e opererà su Arquata del Tronto.

Condividi