Bando Fondazione TIM: Liberi di comunicare

Fondazione TIM lancia un bando nell’area di intervento “Social empowerment” per identificare soluzioni innovative e dalle semplici modalità di utilizzo, finalizzate a favorire l’autonomia e le capacità di comunicazione delle persone con autismo.

In Italia, i disturbi dello spettro autistico interessano circa l’1% della popolazione. Nonostante siano presenti modelli, normative e linee di utilizzo, persiste la necessità di integrare gli strumenti esistenti e puntare ad una loro maggiore diffusione su scala nazionale.

Con il lancio di questo bando, Fondazione TIM vuole supportare nell’interazione e nella comunicazione sociale le persone con autismo dai 16 anni all’età adulta, mettendo loro a disposizione soluzioni che con l’aiuto della tecnologia possano rappresentare un passo significativo verso una condizione di vita più autonoma e di conseguenza migliore. L’obiettivo è ridurre le barriere che impediscono alle persone con autismo di condurre una vita quotidiana in autonomia, in ambito domestico e lavorativo, nelle relazioni interpersonali e nella comunicazione con la società.

Il bando, destinato a soggetti pubblici e privati senza finalità di lucro, è indirizzato a stimolare progetti che utilizzino le tecnologie più innovative quali, ad esempio: Algoritmi di intelligenza artificiale, esperienze immersive, Stampa 3D, Vocal search/sistemi vocali, Augmented and Virtual Reality, Video modeling, visual communication tools, training with robots ed altri. Tali soluzioni dovranno essere completamente fruibili da persone con differenti livelli di abilità intellettive e linguistiche e che quindi necessitano diversi gradi di supporto, così da massimizzare il numero di beneficiari raggiungibili.

Le proposte dovranno essere presentate in maniera chiara ed esaustiva, esponendo l’intera struttura del progetto, completa di costi, risultati previsti e un piano di comunicazione. Sarà possibile inviare il progetto e la documentazione richiesta entro e non oltre le ore 13:00 del 15 Novembre 2019, esclusivamente online.
 

Per saperne di più e partecipare al bando

Condividi