Il Corso di Laurea Magistrale in Design Computazionale dell’Università di Camerino, nella sede collegata di Ascoli Piceno, si propone di formare un laureato con un profilo intellettuale e professionale caratterizzato da un'approfondita conoscenza nelle discipline riguardanti il progetto di artefatti materiali o virtuali, relativamente a teorie, strumenti e metodi, tecniche e processi, ma anche in relazione alle loro caratteristiche, tecnologico-costruttive, produttive, funzionali, formali e d'uso e quindi nelle relazioni che gli stessi artefatti instaurano con il contesto spaziale ed ambientale e con quello dell'industria e del mercato.
Il CdS si focalizza in modo particolare sullo sviluppo di teorie, metodi e processi di progettazione e realizzazione di artefatti industriali, smart objects, sempre più dotati di intelligenza nascosta (smart embedded), attraverso l’introduzione e l’uso di innovativi strumenti di calcolo (innovative computational tools) che avranno lo scopo di migliorare ed aumentare gli aspetti creativi e socialmente utili, tipici dei prodotti di design. Il CdS ha come obiettivo la formazione specialistica di progettisti cha abbiano la capacità di esercitare una attività complessa e di fornire, allo stesso tempo, una buona preparazione teorica ed una forte capacità di progettazione nel campo della ricerca industriale e professionale con specifiche competenze nella progettazione computazionale di prodotti industriali innovativi.
Ambiti professionali
I laureati potranno operare direttamente e collaborare alla produzione nei settori industriali del prodotto e della comunicazione. I laureati della classe potranno svolgere attività professionali in diversi ambiti, quali la libera professione, le istituzioni e gli enti pubblici e privati, gli studi e le società di progettazione, le imprese e le aziende che operano nell'area del design in tutti i settori di applicazione della disciplina e nei settori emergenti che esprimono domanda di profili con competenze progettuali avanzate relative al ruolo.
Il corso prepara alla professione di:
• Analisti e progettisti di applicazioni web - (2.1.1.4.3)
• Disegnatori artistici e illustratori - (2.5.5.1.2)
• Creatori artistici a fini commerciali (esclusa la moda) - (2.5.5.1.4)
Principali linee di studio
Il percorso formativo prevede attività formative, a carattere interdisciplinare e complementare, che affrontano i domini culturali e scientifici relativi alla storia ed alla cultura del design, ai principi di matematica,di informatica e di calcolo computazionale, allo studio critico ed all'applicazione di tecnologie digitali avanzate, alla morfogenesi ed alla descrizione, generazione, costruzione e rappresentazione della forma, alla progettazione digitale, computazionale, generativa e parametrica, alla interazione uomo-macchina (interaction design), all'interfaccia grafica, alla interattività comportamentale ed alla progettazione dell'esperienza (interactive design), alla visualizzazione ed animazione degli oggetti, alla realtà aumentata, alla fabbricazione digitale CAD/CAM, allo sviluppo in generale della cultura della progettazione tecnologica ed informatica.
Le attività formative previste sulla generazione e rappresentazione della forma e la progettazione generativa e parametrica sono rivolte a nuove basi di calcolo computazionale per il design; le attività formative di modellazione e simulazione digitale sono rivolte all'estensione della possibilità di visualizzare forma, struttura e funzione prima della loro realizzazione e per migliorare ed ottimizzare il rapporto e la collaborazione tra i vari specialisti del processo di progettazione; le attività per la fabbricazione digitale, la prototipazione rapida ed iterativa, le applicazioni CAD/CAM sono rivolte alla verifica immediata delle idee di progetto ed all'anticipazione di modalità e processi produttivi e di lavorazione.
In questo approccio rientra anche l'attenzione alla sostenibilità ambientale nell'attività di progettazione, che rappresenta una caratteristica imprescindibile degli oggetti della contemporaneità. Tale attenzione viene assicurata attraverso la sperimentazione di metodologie progettuali avanzate e orientate appunto alla sostenibilità sociale e ambientale, sviluppando nel laureato competenze specifiche per lo svolgimento di progettazioni "sostenibili ed ecocompatibili".