Il Corso di Laurea Magistrale in Architettura si svolge presso la Scuola di Architettura e Design, sede collegata di Ascoli Piceno, e ha il compito di formare Architetti, ovvero progettisti in grado di interagire responsabilmente e creativamente con i processi di formazione della città e di trasformazione del paesaggio contemporaneo, alla scala dei singoli edifici, del loro intorno abitativo e del territorio. Pertanto i laureati in Architettura devono essere in grado di progettare e modificare in termini di sostenibilità ambientale gli edifici, la città e il paesaggio, con piena conoscenza degli aspetti formali, estetici, distributivi, funzionali, strutturali, tecnico-costruttivi, gestionali, economici ed ambientali e con attenzione critica ai mutamenti culturali e ai bisogni espressi dalla società contemporanea. Essi predispongono progetti di opere di architettura e ne dirigono la realizzazione, coordinando a tali fini, da un lato, i contributi specialistici dell'ingegneria strutturale e impiantistica e, dall'altro, le competenze provenienti dal mondo delle imprese e delle industrie operanti nel settore delle costruzioni. Tale obiettivo verrà raggiunto attraverso sperimentazioni progettuali volte ad evidenziare le relazioni che intercorrono tra edificio e contesto urbano o ambientale, tra forma insediativa e paesaggio, tra strumenti urbanistici e gestione del territorio e che sappiano tener conto dei molteplici aspetti di "complessità " che connotano l'architettura contemporanea.

Il Corso di Laurea Magistrale in Architettura é pensato come il naturale completamento della formazione acquisita nella Laurea in Scienze dell'Architettura della nostra Università , ma potranno accedere al corso anche studenti laureati in Corsi di laurea in classe L-4 (D.M. 509/99) o classe L-17 (D.M. 270/04) di altre Atenei, che abbiano superato comunque il test d'accesso programmato a livello nazionale (art.1 Legge 264/1999) e di cui la Facoltà valuterà l'eventuale debito formativo; "eventuali integrazioni curricolari in termini di crediti formativi universitari devono essere acquisite prima della verifica della preparazione individuale." (art. 6, comma 2 D.M. 16 marzo 2007 Disciplina delle classi di Laurea Magistrale). In definitiva, iscriversi al CdL Magistrale in Architettura di UNICAM significa scegliere:

  • un percorso formativo fondato sulla cultura del progetto inteso come elaborazione intellettuale, momento di sintesi e di integrazione tra cultura antropologica, figurativa e tecnica, considerate nella loro evoluzione storica;
  • un corso di studi ancorato alle esperienze progettuali sperimentate nei Laboratori che anticipano anche specializzazioni professionali o impegni formativi più avanzati;
  • un ambiente di studio e lavoro favorevole e stimolante, dove il rapporto numerico studenti-docenti é contenuto (il corso é a numero chiuso, e i laboratori sono costituiti da non più di 50 studenti);
  • strutture didattiche appropriate ed anche adeguate alle nuove esigenze della informatizzazione;
  • la possibilità di integrare il percorso formativo all'estero nell'ambito di accordi internazionali (Erasmus, Socrates) oppure attraverso le numerose e qualificate iniziative organizzate ogni anno liberamente dai docenti e dagli studenti.
  • la possibilità  di integrare il percorso formativo attraverso attività esterne come tirocini e stage che completeranno la formazione.
  • I laureati in Architettura hanno un ampio campo di possibilità di inserimento nel mondo del lavoro. Il titolo, superato l'esame di Stato per l'abilitazione alla iscrizione agli ordini professionali italiani od europei (cfr successivo art. 5), consente l'esercizio della Professione nelle sue diverse articolazioni. Ma il giovane architetto potrà immediatamente acquisire esperienza e primi guadagni prestando attività negli studi professionali privati e collaborando alla progettazione e alla stesura grafica degli elaborati di progetto, oppure ancora supportando le attività di cantiere. La cultura tecnico-umanistica gli consentirà anche attività professionali nel campo delle altre arti figurative, della scienza della comunicazione e della pubblicità , avvicinandosi al campo del design.